From London for MD
Scritto da Manuel Olivo   
Martedì 14 Dicembre 2010

L'è proprio un gran Milan!
Che bella prestazione a Bologna.
Una squadra feroce, un buon pressing, mai in sofferenza e con un reparto offensivo super.
Quella di quest'anno è una squadra con novità tattiche palesi introdotte dal bravo Allegri.
Per esempio, Robinho si abbassava spesso sulla linea dei centrocampisti (a proposito vedere i suoi movimenti in fase di non possesso e poi si ha la risposta sul perché gioca) Ibra sul quale anche sforzandomi non trovo aggettivi che si allargava e Prince Boateng che spesso faceva il centravanti.
Dopo il gol segnato ha festeggiato  imitando l'esultanza di Tim Cahill, centrocampista dell' Everton, in stile boxeur ma anche nel modo di inserirsi da dietro mi ricorda un po l'australiano che però segna la maggior parte delle sue reti di testa al contrario del ghanese.
E' proprio il trequartista il ruolo di Prince, quando viene impiegato nel terzetto di mediana non mi convince mai pienamente.
Non è soltanto un trequartista di quantità,  l'assist di ieri per Robinho lo dimostra.
Qui a Londra in molti sono stupiti dal suo rendimento ma anche qui aveva dimostrato di saperci fare, pagando però a caro prezzo le sue bizze caratteriali.

In Premier questa settimana erano due i big match Spurs-Chelsea e Man Utd-Arsenal.
Carlo Ancelotti ha portato a casa un pareggio dal difficile White Hart Lane che però poteva essere una vittoria se Drogba non avesse passato a Gomes il penalty.
Evidentemente voleva ricambiare il favore perchè sul pareggio dell'ivoriano Gomes si era fatto piegare le mani dal suo tiro non certo irresistibile.
E dire che Carletto aveva tenuto in panca Drogba nel primo tempo, l'ivoriano è reduce dalla malaria ma questa è un esclusione che un po dà da pensare.
Forse Carlo ha voluto mandare un messaggio alla squadra: “qui nessuno è inamovibile”.
Il momento è di certo difficile per Carlo ma la terra bruciata che gli stanno facendo intorno non mi piace proprio.
C'è una differenza sostanziale tra il lavoro che fa Ancelotti e quello che fanno per esempio Ferguson coi red devils e Wenger coi gunners, loro sono manager , Carlo è un coach.
Mi spiego, Ancelotti ha in mano solo la direzione tecnica, gli altri due sono praticamente allenatore e direttore sportivo.
Percepisco una brutta aria intorno a Carlo, spero per lui che i risultati gli diano una mano ma non lo vedo protetto a dovere dalla società.

Nel Monday night, invece, all'Old Trafford si affrontavano Man United e Arsenal.
Io non ho mai avuto dubbi sulla vittoria dei red devils, squadra superiore per fisicità e mentalità vincente rispetto ai gunners.
Il gol vittoria l'ha segnato J.S. Park il coreano che io personalmente vorrei sempre in una mia squadra.
Bravo ad offendere e tatticamente preziosissimo.

A proposito di coreani....abbiamo un conto aperto con loro...ci dovranno restituire qualcosa no?!
Chi vuol intendere intenda....

Questa settimana vi dico solo i risultato:
Saints-Brentford 0a2. C è bisogno di commenti? NO.......anyway...speak soon!

MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
Milan Day TIME
 
 

=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=