Serie A vs Premier League
Scritto da Manuel Olivo   
Mercoledì 24 Novembre 2010

Questa settimana per il nostro Milan era importantissimo riconfermarsi dopo la vittoria del Derby, si sa, dopo la grande partita c'è sempre un calo quantomeno psicologico e se a tutto questo aggiungiamo la solita inutile e scomoda partita delle nazionali, ci possiamo ritenere soddisfatti.
Secondo me però questo Milan si sta adeguando al livello del calcio italiano che a mio parere come mentalità sta tornando agli anni '80.

Mi spiego, questa squadra ha tutto per vincere questo campionato ma lo fa usando armi che mai i rossoneri  avevano impiegato per vincere in questi anni.
Max “Nereo” Allegri ha agito in questo senso, ha messo da parte l'idea dei quattro solisti in avanti e ha piazzato tre medianoni, un trequartista difensivo, uno yo-yo come seconda punta e un fenomeno che fa da solo la fase offensiva.
Tutto bene finché si vince, ma rimango dell'idea che questo sia uno dei campionati più modesti degli ultimi trent'anni.

Tutto questo non fa certo bene all'appeal della serie A che qui in Inghilterra è considerata molto noiosa.
Come dar loro torto anche se a mio parere molto spesso le partite del nostro campionato sono gli arbitri a rovinarle, spezzettando troppo i match fischiando ad ogni sbadiglio dei giocatori.
Nella Premier fischieranno si e no venti volte a partita ammonendo solo nel caso di accoltellamenti, strangolamenti o tentativi di aggressione a mano armata...

Comunque sia anche questa giornata ha regalato emozioni come la nuova sconfitta dei Carletto's boys che hanno perso 1-0 a Birmingham contro il non trascendentale City anche se stavolta la sfortuna ha fatto la sua parte senza contare i miracoli del portiere Foster ma di certo i Blues devono fare meglio se vogliono rivincere la Premier.
A mio avviso il Chelsea possiede undici giocatori di assoluto valore ma la panchina lascia molto a desiderare.

Il Man Utd ha raggiunto in testa gli uomini di Ancelotti con la vittoria interna a spese del Wigan e ha salutato il ritorno in campo di “Shrek” Rooney che migliorerà di certo la squadra.

Ennesima prova di maturità fallita dall'Arsenal ma stavolta nel derby del nord contro il Tottenham che sotto di due gol nel primo tempo ne ha segnati tre nel secondo con Bale, V.D.Vaart e Kaboul.
Molti tifosi dei gunners sono contro Wenger e io sono d'accordo con loro, il francese rimane forse il migliore insegnante di scuole superiori calcisticamente parlando ma non sarà mai un docente universitario.
Spende tantissimo per il settore giovanile e poi cede o perde a parametro zero i migliori giocatori al top della carriera.

Grande partita, stavolta, invece, per il Man City del “Mancio” che ne fa quattro sul campo del Fulham e respinge al mittente le pressioni sulla sua panchina.

Il Liverpool ne segna 3 al derelitto West Ham che ha già quasi un piede in Championship, gli Hammers potrebbero licenziare Grant che ha la grinta di un  bradipo e chiamare Paolo Di Canio, in ogni caso grandissimo errore è stato scaricare Gianfranco Zola.

Infine, come al solito, un aggiornamento da Southampton.
Grande vittoria per 4-1 contro il Peterborough e ingresso in zona playoff.
Ora, turno infrasettimanale sempre al St Mary contro la capolista Brighton, se si vince si punta alla promozione diretta se no si dovrà sudare sui tanti campacci di provincia l'accesso ai playoff.

Speak soon!
 

MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
Milan Day TIME
 
 

=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=