Pagelle Milan-Chievo

Scritto da Roberto Cavassa   
Domenica 17 Ottobre 2010



i nostri solisti alla prova del 9

3 PUNTI D'ORO!

ABBIATI 7 : Non e’ semplice stare sul pezzo dopo un infortunio forse ancora in penombra,concentrato,reagisce  alla  grande. Costanzo lo chiama al parioli due volte,declina e gli manda un mazzo di crisantemi, si fa due cereali col latte sul colpo di testa di Granoche’, si accartoccia come un etto di mortadella su Bogliacino e vola come un falco sul siluro di Thereau. COMPLETO,CONTINUO, IL SUO LAVORO NON CONSENTE SBAVATURE, CON I MORTI NON SI SCHERZA

ZAMBROTTA 6.5 : Parte con il diploma in geometria,una diagonale perfetta e non sara’ l’ultima,in ditta con Nesta fanno partire Costanzo dimagrito e un po’ colorito, per fortuna tira fuori. Qualche buona capocciata a rinviare l’area, ma sempre Costanzo dalla sua parte tira due fucilate che Abbiati sventa. Apprezzo la sua praticita’, poco fumoso, al chiar di luna nel bene e nel male. NEL COMPLESSO C’E’ ESPERIENZA, TANTI INTERVENTI GIUSTI, LA PENSIONE PUO’ ASPETTARE, OGGI A DX STORACE NON VINCE LE ELEZIONI, MA IL SUO SEGGIO E’ AL SICURO, SE LO VENDI DA FERRO VECCHIO SI FA LA FILA COME A VEDERE GLI U2

ANTONINI 6- : Corre, corrre, corrrre, corrrrre, ma quanta confusione. Sbaglia molto, si inserisce bene nel primo gol, ma chiede una sigaretta in curva e tiene in gioco malamente gli avversari. Bogliacino ringrazia ancora dopo l’ennesimo errore, per fortuna e’ una tisana alla camomilla che arriva nelle mani del nostro portiere. IL SUO MODO DI GIOCARE TRAE IN INGANNO, tante cose, sembra che sia ovunque, ma il metodo non e’ champenoise, e’ il  camel light. Meglio nella ripresa, ma gli errori sono stati troppo evidenti, salvato solo dal caso, non nel loro gol, perde il duello e la spizzata che dopo una carambola sfortunata ci lascia 20 minuti in apprensione, sempre da quelle parti Fernandez ci grazia. UN PO’FUMOSO, MIGLIORARE LA QUALITA’ DEGLI INTERVENTI                                                               

THIAGO 6+ : Non e’ partita per fare i ghirigori, negli incroci pericolosi lui trova spesso il verde, interventi continui nel primo tempo, non ti strappi i vestiti ma le vene e il cuore con lui non trovano infarti, solo la minima sale a 95 nell’ errore dove lascia una palla al limite ad inizio ripresa, cincischia in spaccata quando Pellissier rischia la conclusione rimpallata. NON PERFETTO, MA PRODUCE POCHI MISTERI, UNA PRESENZA CHE SI FA SENTIRE ANCHE SE NON E’ LA GIORNATA PER SPOSARSI

NESTA 6+ : Anche lui fa tanti interventi, spesso giusti, il secondo tempo uscito Thiago prende le redini del cavallo rossonero, errorini nel primo tempo, una spaccata regalata all’avversario e su un uscita non proprio perfetta nasce il primo episodio del Maurizio Costanzo show, versione black. NON SI DISTINGUE COME ALTRE VOLTE, MA LA PASTA DI SANDRO E’ DA CAPITANO, alito pulito, denti bianchi  e sorriso certo

PIRLO 6 : Un incontro di boxe, vince le riprese dove ci mette il piedino perfetto, soffre come al solito la superiorita’ numerica avversaria a centrocampo, mette una goccia di profumo ad Ibra che si trova 1000 donne alla porta e rischia il divorzio, si sacrifica su Costanzo sulla fascia dove perde 20 cm di altezza e 5 anni di vita. Lodevole lo sforzo, fa un numero da baraccone nel finale in mezzo al campo, ma sempre in zona perde due palloni pericolosissimi. Nel cartellino di Rino Tommasi ci sono 6 riprese vinte e 6 perse

RINO 6 : Si sente che e’ tornato, i suoi interventi hanno un peso specifico come il platino, ma senza la parrucca di platinette, un uovo sodo con tanta sostanza e poco colesterolo. IL MOMENTO DICE CHE E’ RINATO, la cura fa effetto, ma oggi dalla sua parte il migliore clivense Maurizio Costanzo lo mette in seria difficolta’, lo rincorre indemoniato nel primo tempo, lo lascia solo nella doppia occasione.
ONESTA PARTITA,PREZIOSO PER INTENSITA’, SENZA CONSTANZO SI MERITAVA UNA BIRRA AD IBROX PARK DOVE RITROVAVA GLI AMICI SCOZZESI, OGGI LA PUBBLICITA’ DEL CRODINO

SEEDORF 6- : E’ vero che forse siamo un po’ spregiudicati con lui nei tre in mediana, ma questo Clarence ha capacita’ sopra alla media. Il solito tessitore E NON SOLO, fa un intervento in spaccata alla Don Lurio al limite della nostra area, dentro fa scivolare la palla in marcatura e rilancia, lo troviamo davanti dove gli arnesi sorridono. Prezioso il suo apporto fino alla ripresa dove accusa un calo netto di emoglobina, un attacco di anemia che lo trascina un po’ a fatica verso la conclusione della sua partita, gli sforzi del primo tempo gli abbassano il baricentro che diventa pesante e lento, finisce la partita seduto sul water per stanchezza

PATO 7.5 : In non possesso e’ come Bernacca quando dava la temperatura di Potenza, N.P., ma nel sangue ha il gol che viene da una  sfogliatina al cioccolato, prende la mira e si insacca dolce nel palato. La caviglia esplosiva e attenta serve per raddoppiare e mettere in banca la rapina perfetta, Sorrentino in mutande si salva dalla denuncia per atti osceni in luogo pubblico con un intervento da applausi negando la tripletta al nostro fuoriclasse che cresce come dice Mauro, di peso e di altezza, speriamo in futuro non vada in Nba

DINHO 7 : Cosi’ fisicamente non lo ricordo, svaria per tutto il fronte d’attacco, ma la tenda non e’ piu’ in via delle Botteghe oscure, si e’ trasferita in piazza e non e’ il busto di Garibaldi  dove rilancia  le punte, se pressato fa inserire i compagni, punta la difesa, sfiora il gol dal limite, regala assist e manda in porta zanzarinho, difende bene nel primo tempo, il secondo rientra meno, ma in attacco e’ l’unico. UNA PALLINA DENTRO UN FLIPPER, OVUNQUE. AL MINUTO 21 FA IL TIP-TAP, FRED ASTAIRE APPLAUDE, GINGER ROGERS LO BACIA

IBRA 7 : Questo e’ l’unico giocatore che fa reparto da solo. Non la miglior partita sotto porta, ma l’assist dove era residenza del gaucho e’ un calcio alla Rivera, la furbata nel secondo gol da mettere nella cassaforte di Arsenio Lupin, regala a Pato una canoa e la via per fare il terzo ma davanti alla porta c’e’ la bassa marea. Spreca volendo fare il colpo ad effetto o pallonetti alla Lucchetta,non fa niente, quello che fa basta e avanza. Si mette la berretta e gli sci, fa Ingemar Stenmark ma rischia a piedi uniti di incrociare l’applauso con un cartellino certo. NON GLI PORTI VIA LA PALLA, TI REGALA RITMI MAI VISTI PRIMA, NEL TRAFFICO INTASATO METTE IL CORPO COME NESSUNO. UNA SEQUOIA NEL DIFENDERE LA PALLA CHE COVA POI COME UNA TARTARUGA E’ LA PUNIZIONE VOLUTA DEL RADDOPPIO

BONERA 6 : Entra in campo con il suo passo, puo’ usarlo per mesi interi senza calare di un centesimo, perfetto da centrale , da terzino e’ un passo Pordoi con 6 metri di neve. Rimpalla bene nell’uno contro uno dove poi Fernandez ci grazia ma qui’ non e’ compito suo, meglio non menzionarlo troppo, di quei giocatori che la prestazione esce spontanea, niente picchi, nemmeno un bagno nella fossa delle Marianne. ONESTO

BOATENG s.v. : Si legge nel volto la delusione dei pochi minuti, tanti lo vogliono, lui non si deve preoccupare, deve migliorare certi aspetti tattici importanti per far reggere il nostro stare in campo un po’ rischioso. Fa qualche giochetto per dimostrare, non ce n’e’ bisogno, ci saranno opportunita’ per mettersi in evidenza, CALMA E PAZIENZA

ROBINHO 6 : Non incisivo senza palla come altre volte, entra nel momento del bisogno, lui piu’ che correre va in bagno colpito da un falso dolore. Faccia da deluso al momento dell’ingresso, insufficiente la prova sotto l’aspetto mentale, si salva in calcio d’angolo per il gol. OGGI,VOGLIA DI SOFFRIRE POCA, AIME’ NE SERVIVA TANTA. NON MI E’ PIACIUTO L’APPROCCIO, RISICATISSMA SUFFICIENZA

ALLEGRI 6.5 : TANTI MERITI
1)LA RINASCITA DI DINHO, COME SPIRITO INTENDO, PIU’ COINVOLTO, PIU’ TONDO NEI 90 MINUTI, 433 O ROMBO, NON CONTA.
2)SEMBRAVA UNA BESTEMMIA IL SUO IMPIEGO DA TREQ., CI HAI SEMPRE CREDUTO, IO E POCHI ALTRI ERAVAMO CON TE DA TEMPO, MA SI RIEMPIVA UNA FIAT 500 A MALAPENA.
3)GATTUSO TORNATO FIERO, I CALCI IN RITARDO NELLE GAMBE UN LONTANO RICORDO, BRAVO MISTER, NON L’HAI VOLUTO MANDARE ALL’ISOLA DEI FAMOSI, LO VORRAI VEDERE NELLA FOTO COL TROFEO CHE VINCEREMO.
4)UNA SQUADRA HA IL DOVERE DI METTERE UN MODULO IN PIU’ NEL CARNIERE, SEMBRAVA UTOPIA E INVECE NON LO ERA. IL ROMBO CONSENTE DI AVERE PIU’ SPAZIO IN LARGHEZZA PER LE DUE PUNTE CHE SCELGONO DI SVARIARE A PIACIMENTO O DI STARE STRETTI, IL 433 E’ PIU’ STATICO E OBBLIGATO PER LE DUE PUNTE CHE NON POSSONO SCEGLIERE DOVE ANDARE. IL MOVIMENTO E’ ORO PER DIVENTARE IMPREVEDIBILI, VEDI ROMA DI SPALLETTI. AVERE I PIEDI DI DINHO DIETRO ALLE PUNTE VUOL DIRE OCCASIONI CERTE E SUPERIORI CHE DAL SOLO LATO, IBRA TI DEVE FAR CAMBIARE QUALCOSA, NON E’ BORRIELLO. IN FASE DIFENSIVA SIAMO I SOLITI, ROMBO O 433 SONO GLI INTERPRETI CHE NON CE L’HANNO DENTRO L’IDEA DIFENSIVA, DINHO TREQ. FALSISSIMO PROBLEMA, OGGI HA CORSO PIU’ DI PATO E IBRA, DOBBIAMO FARLO IN 10, RARITA’. TI APPLAUDO MISTER, NON TI SEI FOSSILIZZATO, BRAVO, HAI CAPITO TUTTO QUESTO.
5)OGGI TI CHIEDO, UNICO NEO, SE NON ERA MEGLIO INSERIRE PRIMA BOATENG PER CLARENCE


MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
Milan Day TIME
 
 

=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=