Milano-Madrid solo andata!... e ritorno?
Scritto da Massimo Reginali   
Giovedì 14 Ottobre 2010


Francamente quando sono apparse le prime notizie su un possibile ritorno di Kakà al Milan, le ho prese come un riempir le pagine in tempo di sosta.
Tutti i giorni, la gente pagata per scrivere, deve guadagnarsi la pagnotta ed allora perchè non tirar fuori una (non)notizia che faccia parlare e leggere in tempi di non argomenti appetitosi?

L'accanimento con il quale i media si gettavano sulla possibilità che (l'ex)Riccardino nostro si accasasse all'Inter, confortavano la mia idea di "cosa non si fa (scrivere) per magnà"
Sulla pista neroazzurra era chiaro e palese il tentativo, dei vari "siti ufficiali" interisti, di bilanciare l'esodo storico dall'Inter al Milan.
Chi ricorda un qualsiasi campione Milanista che sia passato, anche per vie traverse, alla sponda neroazzurra?
Si potrebbe, invece, scrivere un lungo elenco sui campioni con il tragitto contrario con ultimo (per adesso) il nome di Ibrahimovic.
Quindi tutti gli ammiccamenti riportati di Kakà pro Inter sono palesemente bufale tese a bilanciare un qualche cosa che la storia smentisce costantemente.

Ma il tam tam mediatico continua e trattandosi di (comunque la si pensi in merito) un pezzo importante della nostra storia, ci siamo decisi a "scomodare" le nostre fonti e porre loro una semplice domanda : "ma... torna?"
Quello che vi riportiamo è quanto c'è di vero ad oggi (14 Ottbre 2010) :
- Da quando se ne andato, Kakà, ha sempre tenuto corrispondenza amichevole con il gruppo storico dello spogliatoio milansita ma dall'annuncio di Ibrahimovic le sue telefonate sono state più frequenti e si sono spinte (all'apparenza solo per saluti) anche alle alte sfere della dirigenza rossonera
- Riccardo (anche complice il suo malanno) si sente sempre più un corpo estraneo nell'ambiente madridista. A tal proposito eloquente una sua esternazione telefonica fatta ad un dirigente rossonero : "al Milan ero un uomo prima che un calciatore, qua sono solo una macchina"
- Papà Bosco (splendido interprete del contrappasso dantesco - ndr) ha iniziato, dai primi di Settembre a "flirtare" con via Turati. Prima in modo molto nascosto, poi (per forzare la mano mediaticamente? - ndr) in modo chiaro recandosi in via Turati

... "tanto, prima o poi, qua tornano tutti" ci disse ad una cena/raduno un nostro amico vicinissimo al Milan

- Galliani è a dir poco elettrizzato dall'idea di rivedere Kakà in maglia rossonera tanto che a papà Bosco ha dato mandato di sondare il terreno con una bozza di proposta:
a Gennaio
(poco probabile) o a Giugno (più probabile) riportare Riccardo al Milan con la forumla del prestito gratuito di un anno con diritto di riscatto fissato in 25 milioni pagabili in due anni. Questo per permettere a Milan Lab di valutare l'effettivo stato fisico del calciatore ed il suo possibile recupero a pieno regime
- Berlusconi non è convinto del recupero di Kakà ma, qualora fosse accettata la clausola "prima prova, poi acquista", potrebbe dare la benedizione all'operazione
- "Ronaldinho non si tocca" è il punto fermo sul quale Berlusconi potrebbe far abortire l'operazione se questa dovesse portare all'allontanamento del Gaucho a scapito di Kakà... a meno che non sia il Dinho stesso a spingere per andarsene ma, ad oggi, tutti i segnali dicono il contrario

Questo è quanto emerge stando a chi ci disse "lo prendiamo!" e noi, per primi, ve lo riportammo.
Per tutto quello che, negli anni, abbiamo sempre saputo da questa nostra fonte, siamo portati a scommettere sugli scenari sopra descritti anche se, vista la difficoltà dell'operazione, il tutto potrebbe cambiare da un giorno all'altro ma, come ormai sapete... vi terremo aggiornati

A quei pochi che interessa, dico comunque la mia in merito al paventato ritorno...
Ho amato, come pochi altri rossoneri, Kakà.
Lo vedevo come il perfetto Milanista : faccia pulita, mai una parola fuori posto, serietà e signorilità in campo e fuori, un degno rappresentante di quella che dovrebbe essere la vera immagine del calcio, poi...
Nel caso di Sheva la moglie (?) nel suo caso il papà (?) e cominciano le dichiarazioni con le false promesse che nessun tifoso Milanista, per quanto lo aveva amato, meritava
So che tra noi tifosi rossoneri c'è il partito del "è colpa di Berlusconi" e quello del "è colpa di Kakà" ed io mi schiero apertamente e non da oggi con quello del "è colpa di Kakà"!
Berlusconi disse chiaramente che la cessione veniva fatta per questioni di bilancio, pur sapendo benissimo di mettersi contro la stragrande maggioranza dei suoi tifosi.
Che bisogno aveva Kakà di dire sino alla vigilia dell'ultima partita a Firenze "dite a tutti che non me ne vado"? E perchè, una volta a Madrid si è lasciato andare a dichiarazioni del tipo "l'ho fatto per il bene del Milan"?
Apprezzo l'onestà anche se impopolare e dolorosa, non amo chi in faccia mi dice una cosa ed alle spalle un'altra. Da quell'estate ho smesso di "amare" Kakà!
Sul suo possibile ritorno non ho grandi aspettative.
Lo vivo come (l'eventuale) acquisto di un altro calciatore che, spero, possa far bene al mio Milan.
Non provo particolari stati d'animo... la fine della storia, mi lascerà del tutto indifferente.

L'unica cosa che mi rende felice è la convinzione che, alla fine della sua carriera, verrà ricordato come un Campione del Milan (e non di altri) per quello che ha già dato e non per quello che avrà fatto dal fischio finale di quel Fiorentina-Milan
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
Milan Day TIME
 
 

=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=