Dopo Parma-Milan
Scritto da Beatrice Sarti   
Domenica 03 Ottobre 2010

Nella serata in cui a Parma si è visto il miglior Milan di stagione, soprattutto nel primo tempo, sono le dichiarazioni di Rino Gattuso a catturare l’attenzione: “Sono felice, sto bene, abbiamo fatto una grande partita. Mi sento bene, nella passata stagione giocavo sotto le mie possibilità, con Leonardo ci sono stati un po' di problemi e per me i rapporti umani sono fondamentali, ma ho sempre accettato tutte le decisioni. Questa squadra è stata costruita per vincere, bisogna correre e giocare assieme, la società ha fatto grandi sforzi sul mercato, non dimentichiamo quanto hanno fatto il nostro Presidente e Adriano Galliani. Siamo forti, dobbiamo migliorare in fase difensiva ma possiamo vincere contro chiunque”.
Un Gattuso rinato quindi, anche e soprattutto grazie a Massimiliano Allegri, che l’ha voluto con se per la sua avventura al Milan, bloccando il suo trasferimento all’Olympiakos proprio quando sembrava già avvenuto.
Non solo l’infortunio quindi è colpevole dell’amara scorsa stagione del centrocampista calabrese, ma anche la voglia, che secondo le sue parole è mancata più di una volta.

Ma non solo Gattuso ha mostrato un grande entusiasmo, per lui ritrovato, persino Allegri ieri sera si è mostrato davvero soddisfatto, per la prima vittoria in trasferta e non solo: “Abbiamo fatto una buona gara, poi ci siamo un po' deconcentrati e il Parma è cresciuto. Sono comunque molto soddisfatto perché abbiamo centrato la prima vittoria in trasferta. Davanti abbiamo fatto bene, ho visto disponibilità e sacrificio da parte dei nostri attaccanti. Quando riusciamo a giocare da squadra creiamo molto e soffriamo poco. La cosa più bella per un allenatore è vedere i propri giocatori che si muovono come un blocco unico, poi noi abbiamo grandi qualità e quindi siamo in grado di creare diverse palle gol. Il modulo? Questa sera potevamo avere dei vantaggi giocando in questa maniera, siamo abbastanza duttili ed è giusto variare modo di giocare”.

Un Milan davvero convincente quindi nel primo tempo, che poteva finire con una goleada dei rossoneri, se tutte le occasioni create fossero andate in rete.
Invece la prima frazione di gioco è terminata con un solo gol di scarto della squadra ospite.
Risultato che gli uomini di Allegri hanno pagato durante gli ultimi venti minuti della partita, soffrendo fino al 95’ l’attacco del Parma, che fino a quel momento non aveva preoccupato Thiago Silva e compagni.
Ma alla fine i rossoneri hanno resistito, portando a casa tre punti fondamentali, che come ha precisato Pirlo, prima della sosta rasserenano tutto l’ambiente.

Ieri sera al Tardini c’è stato anche il rientro di Pato, che a metà della ripresa ha sostituito Robinho, ancora a secco di gol. Non sostituito ancora una volta, ma come giusto che sia, è invece Zlatan Ibrahimovic, che ieri sera non è riuscito a segnare, dopo i cinque gol in sei partite, ma che per il suo compleanno, oggi 3 ottobre, è riuscito a regalarsi non solo la vittoria, ma anche il primato in classifica per una notte.
Domani è il mio compleanno – ha precisato Zlatan dopo la partita -  Per me è un giorno come gli altri, sono un po’ più vecchio! Questa sera era importante vincere, siamo primi in classifica e poi aspettiamo di vedere cosa succederà domani. Il gioco della squadra va meglio, se troviamo il nostro ritmo, la nostra strada faremo grandi cose. Questa sera ho avuto tante occasioni, ho sbagliato ma la prossima volta faccio gol. La cosa importante è la vittoria comunque, non sono i miei gol”.

Una squadra che Allegri sta plasmando giorno dopo giorno, partita dopo partita, che sta rispondendo al volere del comandante, che per ora, sembra non sbagliarsi

MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
Milan Day TIME
 
 

=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=