Corso allegriano
Scritto da Massimo Bambara   
Martedì 17 Agosto 2010

 

Sono essenzialmente tre gli aspetti preponderanti del nuovo corso allegriano.

Tre novità che, messe assieme, danno la risultante di un percorso nuovo.

Il primo aspetto che va evidenziato è di natura psicologica.

Rispetto a un'estate fa adesso la squadra ha maggiore convinzione e crede di più nei propri mezzi.

L'allenatore è stato molto bravo a creare subito il clima giusto e a instaurare un regime meritocratico che fa degli allenamenti un momento essenziale per i giocatori al fine di giocarsi le proprie chances.

Non sono da sottovalutare alcuni punti di rottura col passato come l'inquadramento di Seedorf come dodicesimo uomo (riserva di Pirlo e Dinho) non più quindi mammasantissima intoccabile, nonchè l'onestà intellettuale del tecnico livornese nel dire a Gattuso di rimanere senza dargli garanzie di titolarità o di presenze ma solo facendolo riflettere sulla sua importanza all'interno dello spogliatoio.

Il secondo aspetto fondamentale riguarda il lato tecnico-tattico.

Dopo l'intermezzo leonardiano fatto di un garibaldino 4-2-fantasia, adesso si torna al 4-3-1-2, modulo più razionale.

Questa volta però il 4-3-1-2 rossonero si distingue dal 4-3-1-2 di Ancelotti.

Sono uguali nei numeri ma diversi nella sostanza.

Nel sistema di Allegri la corsa deve sostenere la tecnica, nell'ultima edizione del 4-3-1-2 ancelottiano era la tecnica che doveva mascherare un deficit di corsa strutturale.

Non è un caso che Allegri abbia voluto e preteso due giocatori di corsa come Papastathopoulos e Boateng e che Flamini sia in rampa di lancio come titolare.

Proprio quest'esigenza di corsa dà spunto per parlare dell'ultimo aspetto di novità, ossia la preparazione tecnica e atletica.

Dopo tanti anni il Milan è ritornato a fare quasi un mese intero di solo fondo, una scelta che ti fa avere le gambe pesanti all'inizio ma che ti consente di accumulare birra e chilometri in corpo in vista di una stagione che sarà estenuante sul piano degli impegni e delle partite.

Tre aspetti diversi, nuovi, una ventata di aria fresca portata da Allegri, sarà suffficiente per rivedere un Milan vincente?

Tra poco la palla passerà al campo


MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
Milan Day TIME
 
 

=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=